Carmelo Bongiovanni

compositore & direttore d’orchestra

La mia storia

 

Carmelo Bongiovanni, classe 1992, inizia gli studi musicali da privato all’età di 8 anni come trombonista, studi che lo porteranno all’esordio nella banda del padre, della quale ne diviene direttore musicale.

Terminato il primo breve periodo di studi, dopo la maturità scientifica, intraprende il percorso da pianista, prima privatamente, poi in conservatorio, sotto la guida dei maestri Luca Rasca, Damyan Tudzarov e Leonardo Colafelice.

Interrotti, per motivi personali, alle soglie del compimento medio (VII anno), lo studio del pianoforte, continua quello relativo alla composizione, studiando, inizialmente, con Francesco Antonioni e, conseguendo il diploma di I livello, con 110/110 e lode, sotto la guida di Pasquale Corrado.

Nel luglio 2020 consegue il diploma di II livello in composizione con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Fabrizio Fanticini presso il conservatorio Arrigo Boito di Parma.

Dal 2013 ha intrapreso gli studi di direzione con Luigi Miriello, perfezionandosi, poi, con Michele Santorsola e Marco Zuccarini.

Gli Inizi

La sua carriera di musicista inizia come trombonista, all’età di 10 anni, presso la banda del padre, della quale ne diviene, poi, direttore musicale e preparatore. A 13 anni diviene cantore del coro “S. Cecilia”, del quale, per un breve periodo ne diviene anche organista e direttore. Sin da piccolo, dimostra spiccate qualità nel campo della composizione e della direzione; importante per la sua formazione e per la costruzione di un bagaglio culturale sempre in crescita, fu il lavoro costante di arrangiamenti, trascrizioni, ri-orchestrazioni e orchestrazioni, di brani di vario genere per svariati gruppi. Nel 2013 gli viene commissionato il musical “Sette spose per sette fratelli” dal liceo scientifico “M. Guerrisi”. Per l’occasione ha arrangiato i brani musicali per una piccola orchestra e un coro, ha composto un brano per un balletto, coprendo il ruolo di direttore d’orchestra e di coro e pianista, curando tutto l’aspetto musicale dell’intera opera.

Nel maggio 2016 ha collaborato con i maestri Fabio De Leonardis e Tiziana Di Giuseppe per la realizzazione di una masterclass di musica da camera ricoprendo con successo il ruolo di concertatore e direttore d’orchestra e fondando con essi la Vivaldi Chamber Orchestra di cui ne è direttore e con la quale ha portato a termine più di 20 concerti in due anni, eseguendo un repertorio compreso tra ‘600 e ’800, che hanno visto, spesso, la collaborazione con giovani solisti. Nello stesso anno è stato nominato assistente dal Mo Andrea Corazza con il quale ha collaborato per l’orchestrazione e la concertazione di brani con l’orchestra giovanile del conservatorio “F. Torrefranca”. Nel Giugno 2017 ha collaborato con l’orchestra d’archi del conservatorio “F. Torrefranca” con la quale ha eseguito un concerto con musiche di Elgar, Bartok e Bach; per l’occasione ha riorchestrato musiche di Verdi, Puccini, Mascagni e Cilea collaborando con il soprano Angela Romeo e primo violino di spalla il maestro Giuseppe Arnaboldi.

Nel luglio 2019, viene assegnato il secondo premio alla sua composizione COLORS per orchestra sinfonica, nell’ambito del Concorso internazionale di composizione 2 Agosto, uno dei concorsi più prestigiosi di composizione.

La sua prima collaborazione con orchestre professioniste avviene nell’aprile 2018, quando ha debuttato con l’orchestra del teatro “F. Cilea” di Reggio Calabria con un concerto sinfonico con musiche di Mozart, Haydn e Vitali, concerto nel quale è stata eseguita la sua orchestrazione della Ciaccona in sol minore per violino e archi che ha visto come solista il violinista Pasquale Faucitano, anche primo violino di spalla dell’orchestra.

Un Percorso in Crescita

Nel maggio del 2018, è stato invitato dal Mo Giuliano De Angelis, violoncellista di fama internazionale, a partecipare alla prima edizione del “Festival di Maggio”, in qualità di concertatore e direttore d’orchestra, dirigendo ouvertures di Rossini e le arie d’opera più celebri tratte da Traviata, Rigoletto, Turandot, Bohème, Tosca, collaborando con il tenore Orazio Taglialatela Scafati e il soprano Annalisa D’Agosto. Nel luglio 2018, in collaborazione con il coro “Euterpe” di Palmi (RC) e la Vivaldi Chamber Orchestra ha diretto i Vesperae Solennes De Confessore k 339 di W. A. Mozart con il soprano Caterina Francese, il mezzosoprano Elisa Moscato, il tenore Isidoro Galdino e il basso Angelo Mazza. A Parma, insieme al cembalista Francesco Monica, fonda l’orchestra da camera Archè, con la quale nell’aprile 2019, esegue l’ “Eine Kleine Nachtmusik” di Mozart, la sinfonia n. 10 per archi in si minore di Mendelssohn e, con la partecipazione del violinista Isac Macrì, l’ “Estate” e l’ “Inverno” di Vivaldi. Nel luglio 2019, viene assegnato il secondo premio alla sua composizione COLORS per orchestra sinfonica, nell’ambito del Concorso internazionale di composizione 2 Agosto, uno dei concorsi più prestigiosi di composizione che si svolge ogni anno a Bologna dal 1995 e che ha visto in giuria personaggi di spicco del panorama musicale italiano e non (tra cui Muti, Morricone, Chailly e altri). Nel novembre dello stesso anno è stato nominato quale direttore artistico musicale della “Corale Renata Tebaldi”. Oltre alla sua attività artistica, affianca quella di didatta; in evidenza, nel 2018, l’incarico, in qualità di tutor, presso il conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia, del docente di armonia.

Organizza un concerto

Prenota una lezione

info@carmelobongiovanni.com

Contattami

info@carmelobongiovanni.com

* indicates required
You can unsubscribe at any time by clicking the link in the footer of our emails. For information about our privacy practices, please visit our website.
We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.